sabato 29 luglio 2017

La mia Festa dell'Unicorno

Buon sabato a tutti voi appassionate/i del magico mondo fantastico contro il quale, lasciatemelo dire, la realtà nulla può sembrando così svilita e svilente ed assai poco interessante; ma per il fine settimana del 21-22-23 luglio 2017 la realtà si è riscattata solo perché vestitasi a festa, quella dell'unicorno appunto.
La Festa dell' Unicorno è uno degli eventi medieval fantasy più conosciuti, grandi ed attesi dell'anno e, devo dire, anche uno dei più riusciti. 

 Testimonial 2017 "Sweet Angel", bravissima cosplay insignita di molti premi

Venerdì 21 luglio 2017, partenza da Vicenza ore 15.00 impostando sul navigatore l'indirizzo del B&B già prenotato almeno un mese prima; arrivo al B&B alle 18.30 su per giù. In fretta io e mia moglie (che fortunato sono ad avere una moglie che condivide le mie stesse passioni nerd! 💕) lanciamo il trolley in stanza e ci prepariamo in tutta fretta non vedendo l'ora di essere a Vinci, bellissimo paesetto medievale arroccato in collina, suolo patrio del genio Leonardo da Vinci.
Il viaggio in macchina è piacevole tra dolci colline e strade sormontate da verdi alberi a farne da decorazione, già ci sentiamo un po nella Contea rispetto al grigiore dell'asfalto, centri commerciali e fabbriche cui siamo abituati. 

La strada ci conduce alle pendici del Montalbano e le indicazioni sono inequivocabili: "Accesso autorizzato per Festa dell'Unicorno". Le due guardie all' accesso, volevo dire i poliziotti municipali, ci indicano i parcheggi... In mezzo ai campi, mi sento sempre più nella Contea! Cinque minuti e passa anche il bus navetta che ci porterà finalmente alla meta tanto desiderata.
Dopo interminabili minuti di fila, sì perché pur essendo venerdì pomeriggio le persone sono già tante, compriamo il nostro abbonamento di tre giorni e...

... "La grande cortina di pioggia di questo mondo si apre e tutto si trasforma in vetro argentato. E poi lo vedi...
Cosa, Gandalf? Vedi cosa?
Bianche sponde e, al di là di queste, un verde paesaggio sotto una lesta aurora.
Beh, non è poi così male!
No... No, non lo è".

Attorno a noi tutto cambia e le vie del borgo si popolano di fate e demoni, guerrieri templari e guerrieri del nord, nani dalle corte gambe ma dalle lunghe barbe ed elfi in splendide armature argentee e hobbit e ancora maghetti e maghette di Hogwarts, illusionisti da strada, giocolieri e giullari e saltimbanchi e ci troviamo a dire: "questo è il posto a cui apparteniamo".
Una strana sensazione, parole strane da dire ma quanto mai vere seppur riferite ad un mondo di fantasia cui sento di appartenere più che a qualsiasi altro.
Ok, non mi ero informato prima, mea culpa, non avevo avuto il tempo di scaricarmi prima il programma dei tre giorni... Ma non tutti i mali vengono per nuocere in quanto come un fulmine a ciel sereno mia moglie se ne esce con una frase del tipo: "all'Anfiteatro del bardo suonano i Rhapsody, nell'antro...".
Dopo la prima frase il tempo sembra fermarsi e i contorni del mondo si sfumano; non posso credere alle mie orecchie... Uno dei miei gruppi power metal preferiti, un gruppo i cui cd ho iniziato ad ascoltare su un lettore portatile con anti shock system 2x... Insomma un gruppo che seguo dal suo esordio nel lontano 1997, anno in cui ero in terza media!
Non c'è tempo da perdere, mappa di vinci alla mano, inizia la quest "trova l'anfiteatro del bardo prima dell'inizio del concerto dei Rhapsody"; come quest secondaria c'è anche quella "mangia un panino con la salsiccia e annaffia il tutto con della birra", quest alla quale mia moglie sembra molto interessata.
Ebbene, dopo qualche tiro orientamento e socievolezza andati molto bene, le due quest vengono egregiamente portate a termine... Nello stesso istante!
Che dire, moglie al mio fianco, panino con la salsiccia e birra gustati al concerto dei Rhapsody: sono pronto per raggiungere il Valhalla.





"Finita? No. Il viaggio non finisce qui".

Negli altri due giorni ho avuto il piacere di incontrare dei veri Ghostbusters (quelli del 1984 non quelli del 2016, vi prego!) e scoprire che una squadra di essi, la "Sesion Veneta", è operativa anche a Vicenza.













Ho conosciuto personaggi del calibro di DuffmanSuper NachoCapitan Jack Sparrow, del Cavaliere della Fenice Phoenix, Spider Man e Bilbo Baggins solo per citarne alcuni.

PS: Mi sono arruolato anche nelle Truppe d'assalto Imperiali


























PS 2: Mia moglie è una Corvonero
Dulcis in fundo, io e mia moglie abbiamo avuto il piacere di rivedere vecchi amici, uno scrittore ed un'artista di fantastici oggetti a tema, nonché l'onore di conoscere tre autori davvero simpatici oltre che bravi; autori i cui libri ora ci stiamo godendo immersi in una lettura che, per un po, ci ricorda che oltre a quella di ogni giorno c'è una realtà e un mondo a cui apparteniamo non per obbligo ma per scelta, un mondo al quale volgiamo appartenere e non solo nel quale dobbiamo per forza di cose vivere. Per questo ringraziamo chi dà vita al fantasy in tutte le sue forme, espressioni e sfumature.
Con due vecchi amici: Ivano Manera e Rita Fragati
Con l'alfiere del fantasy storico: Livio Gambarini
Con un autore sorprendente: Marco Cardone

Con un nuovo amico: Alessio Del Debbio




Last but not the least, la Festa dell' Unicorno è stata anche l'occasione di tuffarsi nei dolcissimi ricordi infantili, di quando si tornava a casa da scuola e, sgraziatamente buttato la zaino in camera come a voler dimenticarsi dei compiti, si pranzava davanti alla tv immaginando di essere in eroe, un'eroina, una principessa, un capitano o un temibile guerriero dal livello di combattimento esagerato.
Con un Giorgio Vanni in grande spolvero il divertimento è stato di quelli da lasciarci senza voce per un paio di giorni... Le sapevamo tutte!

Concerto Giorgio Vanni: D-R-A-G-O-N Baaalll

Grazie Vinci, ci vediamo l'anno prossimo!

Ed ora, come non lasciarvi con i video delle mie canzoni preferite del mio gruppo power metal preferito, i Rhapsody!
Volume a palla e preparatevi per un viaggio senza fine...

The village of Dwarves

Lamento Eroico

Emerald Sword

Dawn of Victory

Holy Thunderforce

The march of the swordmaster

Zaffo